"45 ANNI", STORIA D'AMORE E GELOSIA

Tom Courtenay e Charlotte Rampling in "45 Anni" (2015)



DRAMMA DELLA GELOSIA


Diretto dal britannico Andrew Haigh, il film è l'adattamento del racconto "In Another Country" del poeta e scrittore David Constantine. "45 Anni"(titolo originale: 45 Years) è stato molto ben accolto dalla critica e i due attori protagonisti, Charlotte Rampling e Tom Courtenay, hanno vinto l'Orso d'argento al Festival del Cinema di Berlino. Rampling, per questa performance, ha ricevuto anche una nomination all'Oscar.

Kate e Geoff sono sposati da quarantacinque anni. Vivono nella campagna inglese. Hanno un cane, un pastore tedesco di nome Max. È una vita tranquilla, talvolta monotona: di silenzi, pasti frugali, letture filosofiche, musica dotta, talvolta qualche deroga pop. Il tempo di Kate e Geoff è scandito da azioni immutabili: rapide passeggiate non lontano da casa, brevi fughe in città per acquisti necessari, saltuari caffè con gli amici di sempre.  

Charlotte Rampling in "45 anni"

L’apparente serenità di Kate e Geoff si dissolve d’improvviso, nei giorni che precedono i preparativi della loro festa d'anniversario. Sulla testa di entrambi piomba un brusco cambiamento, con la furia d'un terremoto: una mattina incolore, Geoff viene a sapere, tramite lettera, che la sua compagna, la donna che amava follemente da ragazzo, e che avrebbe voluto sposare per trascorrere con lei il resto della vita, è stata ritrovata; il corpo della sua Katia si è conservato intatto, avvolto dai ghiacci: Katia morta in montagna, più di cinquant'anni prima, durante un’escursione sulle alpi svizzere, mentre era in viaggio con il suo Geoff. Questa notizia ferisce Kate in maniera profonda: d’un tratto si sente un’intrusa, un'estranea, e una gelosia incontrollabile la divora; nutre risentimento, e invidia, per qualcuno che però non c’è più, una presenza immateriale, che esiste solo nel ricordo. E il dubbio l'assale di essere stata, per Goeff, soltanto un ripiego. Un pensiero che diventa tarlo e che non si dissolve neppure la sera della festa che celebra, in pompa magna, il quasi mezzo secolo di vita insieme. “45 Anni” è un dramma psicologico, con dialoghi lucidi ed essenziali. Un film dall'impianto teatrale. Un cinema che emoziona e indaga la fragilità dell’essere umano.

©micolgraziano



Commenti