🎋 "Little Joe" di Jessica Hausner: storia di una piantina della felicità...

 

Emily Beecham in una scena di "Little Joe"


"Little Joe"(2019) è opera dell'austriaca Jessica Hausner. Protagonista una perfetta Emily Beecham che a Cannes è stata premiata per la sua interpretazione. Nel cast anche l'ottimo Ben Whishaw ("Il ritorno di Mary Poppins", "La vita straordinaria di David Copperfield"). 


La scienziata Alice (Emily Beecham), biologa fitogenetista, crea una piantina in laboratorio. Sì, perché vuole che la gente sia felice: il profumo di questo piccolo essere, che si chiama Little Joe, è un toccasana per le persone; più la pianticella viene coccolata più essa ricambia donando gioia a chi la possiede. La storia così descritta appare una fiaba per bambini. Il cinema della Hausner, infatti, non è convenzionale e ha un che di fiabesco (anche i colori della fotografia in Little Joe ci portano in quella direzione: verde menta, bianco, rosso; la pellicola è esteticamente impeccabile e descrive una realtà artificiale) ma, come in tutte le fiabe, non manca il risvolto terrificante: un'aura di mistero avvolge eventi e personaggi. 

Una collega della biologa Alice ritiene che Little Joe agisca negativamente sul cervello. Alice stenta a credere che Little Joe sia nocivo. Eppure lei stessa, a un certo punto, fatica a riconoscere il figlio (il cui nome è Joe, come la pianta) che, dopo aver inalato il polline di questa creaturina vegetale, si manifesta insensibile e distaccato. Se Little Joe sia buono o cattivo non è dato sapere e l'ambiguità rende il film interessante; perché la storia continua a vivere nella mente dello spettatore. 

Difficile catalogare quest'opera: potrebbe essere un racconto di fantascienza ma c'è anche materiale per un horror (parlando del film la Hausner ha menzionato "L'invasione degli ultracorpi", mix di horror e Sci-Fi). Il cinema della Hausner ha un respiro internazionale, come lei stessa afferma, non è naturalistico e pone dei quesiti esistenziali. Alla base di Little Joe, spiega la regista, c'è il mistero: quello dei rapporti umani che a volte diventano, inspiegabilmente, complessi.

Al momento "Little Joe" lo trovate su Amazon Prime Video. 

©micolgraziano



Commenti