"Wonder" di Stephen Chbosky

LA STORIA DEL PICCOLO AUGGIE

"Wonder"



IL FILM
“Wonder” (2017), diretto dal regista americano Stephen Chbosky (“Noi siamo infinito”), è tratto dal romanzo omonimo della scrittrice statunitense R.J. Palacio (si tratta di uno pseudonimo, il suo vero nome è Raquel Jaramillo).  

Stephen Chbosky sa raccontare molto bene il mondo dei giovanissimi; aveva già dimostrato quest'abilità nel suo lavoro precedente e "Wonder" - così delicato e commovente - ne è ulteriore conferma. 

"WONDER", LA TRAMA 
August detto Auggie è un bambino di dieci anni nato con una malformazione dovuta alla sindrome di Treacher Collins. Auggie ha una sorella più grande che si chiama Via, due genitori premurosi e un cagnolino di nome Daisy. Auggie spesso quando esce di casa si copre la testa con un grande casco da astronauta. I coetanei lo prendono in giro e a scuola è bersaglio di un gruppetto di bulli. Nelle prime pagine del romanzo Auggie si presenta così: "se trovassi una lampada magica e potessi esprimere un desiderio, vorrei avere una faccia così normale da passare inosservato"

"Wonder"


"WONDER", UN LIBRO LETTO IN TUTTO IL MONDO
Prima edizione originale nel 2012, il libro è rimasto nella classifica dei bestseller del New York Times per sette anni di fila. Un grande successo, nato da un'esperienza personale di R.J. Palacio, come lei stessa ha raccontato: suo figlio scoppiò a piangere quando, una volta, vide una bambina con la sindrome di Treacher Collins. Lei, allora, spinse il passeggino e lo portò via di corsa. Dopo si sentì in colpa e decise di scrivere una storia che potesse essere d'ispirazione non solo per i grandi, ma anche per i più piccoli. Così è stato. Il libro ha venduto 16 milioni di copie in tutto il mondo.   


IL PROTAGONISTA
Jacob Tremblay, canadese, classe 2006, aveva già ricevuto il plauso della critica: lo avevamo visto in "Room", film tratto dal bestseller di Emma Donoghue, qui, in "Wonder", conferma la sua bravura. 

Nel cast di "Wonder" inoltre ci sono Julia Roberts e Owen Wilson

CONSIGLIATO?
Sì. Un film che resta nella memoria. 
E che è un ottimo argomento di lezione, a scuola. 



©micolgraziano


Commenti