BETTE DAVIS: "CHE FINE HA FATTO BABY JANE?"


Bette Davis
Bette Davis in "Che fine ha fatto Baby Jane?" (1962)


"CHE FINE HA FATTO BABY JANE?", MODERNISSIMO E IPNOTICO

Un must-have che proprio non può mancare nella vostra cineteca 

Capolavoro imperdibile questo magnetico thriller sfumato di horror: "Che fine ha fatto Baby Jane?" - uscito nel 1962 -, una delle pellicole più belle di sempre, merito anche di un cast strabiliante che regala emozioni a non finire; diretto da Robert Aldrich, cineasta indipendente e anticonformista.

La trama tocca alcuni temi cari al regista: avidità e cinismo. Al centro della storia due anziane sorelle, Jane e Blanche, grandi dive di Hollywood in declino che, ormai dimenticate da tutti, devono fare i conti con il rancore profondo che nutrono l'una per l'altra.  

Riflessioni e curiosità: a proposito di modernità, guardate (nella foto) il cuore che Bette Davis/Baby Jane porta stampato sul volto, così simile ai tatuaggi di oggi, sfoggiati sulle guance o sotto gli occhi. Il make-up del personaggio Baby Jane, che doveva essere sopra le righe e grottesco, lo creò la stessa Bette Davis.



"Che fine ha fatto Baby Jane?"
Ovviamente le protagoniste di "Che fine ha fatto Baby Jane?" non hanno bisogno di tante presentazioni, perché i loro nomi sono leggenda: Bette Davis (tra le grandi star della storia del cinema, al secondo posto dopo Katharine Hepburn, secondo l'American Film Institute) e Joan Crawford (lei, invece, decima nella lista dell'AFI). 

Tra le due attrici non correva affatto buon sangue e si fecero dispetti a vicenda anche durante le riprese. Questa accesa rivalità, materiale succulento per scrittori e sceneggiatori, è diventata soggetto di una serie televisiva intitolata "Feud - Bette and Joan", andata in onda nel 2017 su FXSusan Sarandon ha interpretato Bette Davis e Jessica Lange Joan Crawford. 

"Che fine ha fatto Baby Jane?" ha ricevuto cinque nomination agli Oscar vincendo quello per i costumi - ed è tratto dal romanzo omonimo dello statunitense Henry Farrell (1920-2006), che elaborò anche un seguito, ovvero "Piano...piano, dolce Carlotta" (sette nomination agli Oscar), sempre diretto da Robert Aldrich e interpretato ancora da Bette Davis. L'anno è il 1964.  


Buona visione: preparatevi a un'opera da brivido. 


©micolgraziano

 

Commenti