Storica commedia in bianco e nero: "I grandi magazzini"!

 

Assia Noris ed Enrico Glori in "I grandi magazzini" di Mario Camerini


Dal popolarissimo "Grandi magazzini" di Castellano e Pipolo del 1986, alla serie tv "Commesse" (grande successo tra il '99 e il 2002) fino all'attuale "Il paradiso delle signore", le storie che girano attorno al mondo dello shopping hanno da sempre affascinato sceneggiatori e pubblico. Vi ricordate? Anche il protagonista di "Preferisco l'ascensore!", capolavoro del cinema muto, lavorava come commesso, in un negozio di stoffe. E ne combinava di tutti i colori. 

Ebbene: oggi, cari lettori, il film che vi consiglio è "I grandi magazzini" (1939), presentato all'epoca alla Mostra del Cinema di Venezia. Si tratta di una gustosa (garbata nei dialoghi) commedia romantica diretta da Mario Camerini. Estrosi i titoli di testa e belle le scenografie. Le riprese si svolsero negli studi di Cinecittà. 

Protagonista un giovanissimo Vittorio De Sica che con il regista Camerini ha lavorato a lungo in quegli anni: "Gli uomini, che mascalzoni..." (1932), "Il signor Max" (1937), "Ma non è una cosa seria" (1936). Al fianco di De Sica troviamo una meravigliosa Assia Noris (moglie di Camerini) che, presenza potente, somiglia alle dive hollywoodiane di quegli anni. "I grandi magazzini" è un film gradevole che, a guardarlo oggi, diventa anche un album dei ricordi delle abitudini della piccola borghesia di allora: le serate al cinematografo, i vestiti da rammendare con la macchina da cucire, le domeniche in montagna e le partenze notturne con i treni della neve, i bei caffè delle stazioni. 

Il cast si arricchisce di una splendida rosa di caratteristi, uno su tutti l'irresistibile Virgilio Riento (guardate come gesticola, che attore, ragazzi!, che naturalezza). Ottimo anche Enrico Glori nella parte del cattivo di turno. 

Si sente l'influenza di certo cinema americano omaggiato in alcune scene finali che strizzano l'occhio al noir. 


©micolgraziano
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DEL BLOG! 👇
(Dopo l'iscrizione, per ricevere gli aggiornamenti, clicca sul link che riceverai per email)

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Commenti