"Mary Reilly" di Stephen Frears (1996) - Dr. Jekyll e Mr. Hyde

 

Julia Roberts e John Malkovich in "Mary Really"


"MARY REILLY", FILM DA RISCOPRIRE 


"Dr. Jekyll and Mr. Hyde 
would like some tea."

Il regista inglese Stephen Frears ("Rischiose abitudini", "The Queen") nel 1988 aveva portato sul grande schermo uno dei capolavori della letteratura francese “Le relazioni pericolose” di Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos. Il cast era di lusso, e spiccavano gli straordinari Glenn Close e John Malkovich. Close e Malkovich li ritroviamo in "Mary Reilly", storia lugubre collegata a un grande classico: “Lo strano caso del Dr. Jekyl e Mr. Hyde” di Robert L. Stevenson. La pellicola è tratta dal romanzo dell’americana Valerie Martin che scrive di Jekyll e Hyde raccontandoli (mescolando sentimento e mistero) dal punto di vista di una cameriera dall'infanzia tormentata, Mary Reilly, appunto, interpretata da Julia Roberts. È un film cupo, come il genere richiede, ben recitato (anche se la Roberts ha ricevuto per il suo ruolo una candidatura ai Razzie), con inquietanti atmosfere gotiche. Il film è notevole in alcuni passaggi, ne cito uno: una scena carica di simboli in cui la Reilly porta un'anguilla viva in cucina (anguilla che viene uccisa poi con freddezza e appesa a un gancio). Il taglio del pesce crudo è un motivo ricorrente nel cinema horror, lo troviamo per esempio in “Soul” di Chung Mong-hong. La Roberts e Malkovich pare che non andassero molto d'accordo sul set. "Mary Reilly" fu un flop al botteghino e parecchi critici lo hanno liquidato con recensioni negative, peccato perché è un'opera di qualità e merita di essere riscoperta.

©micolgraziano

Commenti