"Eternals" di Chloé Zhao - Potenti visioni di un universo fantastico

 

"Eternals"

La sala? Un rito catartico e collettivo. Alcuni film bisogna assolutamente vederli al cinema. Perché ci fanno naufragare dolcemente in uno sconfinato mare di visioni e suoni. Film che ingigantiscono la nostra fantasia; e così ci lasciamo sedurre da esseri volanti diretti verso pianeti lontani o da supereroi dal potere sovrumano, impavidi guerrieri impegnati nella lotta contro il male. Tra le pellicole colossali (del tipo che ho appena descritto) c'è appunto, “Eternals”, blockbuster (duecento milioni di dollari il budget) diretto (e cosceneggiato) dalla regista premio Oscar Chloé Zhao (“Nomadland”). Zhao sta collezionando successi a Hollywood (è stata premiata anche a Venezia) ed è diventata un nome di punta. Si sente il suo tocco gentile e introspettivo in questa pellicola Marvel; ha raccontato di aver avuto tra le tante fonti d'ispirazione “Revenant” di  Iñárritu (per le scene d'azione) e le opere di Terrence Malick. Il cast di “Eternals” è, ovviamente, stellare: Gemma Chan (che interpreta Sersi), Angelina Jolie nel ruolo di Thena (personaggio che ricorda la dea greca Atena), Salma Hayek che dà il volto ad Ajak, Richard Madden nei panni del potente Ikaris, un tempo sposo di Sersi. La durata del film è corposa, eppure i minuti scorrono via velocemente (attenzione: prima dei titoli di coda c’è una sorpresa; non alzatevi dalla poltrona troppo presto...). Splendide scenografie. Idem i paesaggi. "Eternals" è stato girato in vari luoghi del mondo, tra cui la Spagna: Lanzarote e Fuerteventura. Insomma, il film offre uno spettacolo entusiasmante e lo consiglio anche a chi non ha familiarità col fumetto, con quegli Eterni che nascono negli anni Settanta ad opera di Jack Kirby (1917 - 1994). 

©micolgraziano

Commenti