Jack Black in "School of rock"! 🎶

 

Jack Black in "School of Rock"



"Fare rock non è 
una bazzecola, signora!"

Impossibile resistere: "School of rock" (2003) di Richard Linklater è una commedia frizzante, allegra, intelligente: si ride a crepapelle. La sceneggiatura presenta qualche ingenuità (possibile che nessuno chieda il documento al finto insegnante...?) ma, francamente, si può chiudere un occhio perché il film diverte e tiene incollati alla poltrona. Merito soprattutto di Jack Black, protagonista magnetico: con i capelli arruffati, il papillon, il suo essere naïf; è il professore anticonformista che tutti vorrebbero. Che spasso quando si muove (o quando dal palco si lancia in volo). L'interpretazione di Black è riuscita e credibile perché nella vita non è solo attore ma anche musicista e super fan di gruppi come AC/DC, Kiss, Rush, Motörhead. 

Jack Black, dunque, interpreta un rockettaro di nome Dewey, chitarrista senza un quattrino né uno straccio d'ingaggio. È stato scaricato dal gruppo, la gente non crede nel suo talento e rischia pure di restare in mezzo alla strada perché non ha i soldi per l'affitto. Così Dewey, disperato, pur di rastrellare qualche dollaro, si spaccia per il suo migliore amico (che fa l'insegnante) e si fa assumere come supplente in una scuola elementare.

Dewey, finto maestro, non sapendo che pesci prendere, all'inizio lascia i ragazzini (il cast è impeccabile) liberi di fare quello che vogliono, fin quando non gli viene un'idea: avvicinarli alla musica rock. Altro che matematica e storia! In classe di Dewey si spinge forte sull'acceleratore e l'aula diventa una chiassosa sala prove.

Quando l'imbroglio di Dewey viene smascherato, ormai i ragazzini sono completamente conquistati dalla magia del rock: hanno scoperto passioni e talenti che non immaginavano di avere. Ed è questa la grande lezione del loro insegnante speciale.

Curiosità: Jack Black ha interpretato un artista senza quattrini anche ne "Il matrimonio di mia sorella". Mentre ne "L'amore non va in vacanza" veste i panni di un musicista di colonne sonore. 

©micolgraziano

Commenti