"Si vive una volta sola" (2020) di Carlo Verdone

 

Carlo Verdone e Anna Foglietta in "Si vive una volta sola"


VERDONE E L'OMAGGIO AD "AMICI MIEI" 

Come tutti quelli della mia età, sono cresciuta anch’io con i film di Verdone. Ricordo con affetto (e nostalgia) le sale di allora (a Roma ce n'erano di belle) con il loro profumo inconfondibile. A quei tempi andare al cinema era davvero un’esperienza catartica, condivisa con una vasta platea spesso molto partecipe. E poi tutto il rito: la fila alla cassa, la maschera (quando ancora i posti non erano numerati), il venditore di bomboniere (mitico gelato), popcorn e Coca Cola. Sto divagando, ma parlare dei film di Verdone mi riporta alla mente tutta una serie di momenti vissuti tra l'infanzia e l'adolescenza. E se dovessi tracciare una classifica personale dei suoi film, ecco come sarebbe: “Maledetto il giorno che t’ho incontrato” (Margherita Buy era esilarante), “Perdiamoci di vista” (con una incisiva Asia Argento), “Ma che colpa abbiamo noi” (corale e di nuovo con la psicanalisi al centro) e “L’amore è eterno finché dura” (Laura Morante ha tempi comici irresistibili). 

Verdone, Papaleo, Tortora, Foglietta in "Si vive una volta sola"
Per quel che riguarda "Si vive una volta sola": ve lo consiglio se cercate un film goliardico. La storia ha una punta di cinismo (viene subito in mente "Amici miei") e cattura l'attenzione (tutto ruota attorno agli scherzi tra amici). Ho apprezzato la sintonia tra gli attori; il gruppo è affiatato e si percepisce. Anna Foglietta ha una forte presenza sullo schermo. Le riprese si sono svolte in una Puglia che spicca per bellezza: San Vito di Polignano, Castro, Sant'Andrea, Porto Badisco, Santa Cesarea Terme, Serrano, la splendida grotta Zinzulusa. Non vi parlo della trama perché ci sono colpi di scena che non possono essere anticipati. Che altro aggiungere? Verdone ci mostra, ancora una volta (seguendo una strada tracciata in passato) dell'italiano medio bassezze, magagne e virtù. Il film è disponibile al momento su Amazon Prime Video

©micolgraziano 

Commenti