"The Reader" di Stephen Daldry - L'Oscar di Kate Winslet

 

The Reader


"THE READER", QUANDO I LIBRI SONO ARMA DI SEDUZIONE

Correva l'anno 2008 e Kate Winslet recitava in due film importanti: l'indimenticabile "Revolutionary Road" (al fianco di Leonardo Di Caprio) e appunto "The Reader", dramma storico/erotico grazie al quale si aggiudicò l'Oscar come migliore attrice protagonista. Un film che fu accolto molto bene; una pioggia di riconoscimenti e ben quattro nomination agli Academy Awards: miglior film, miglior regia, miglior fotografia e miglior sceneggiatura non originale. 

Sceneggiatura affidata al drammaturgo David Hare (Nureyev - The White Crow)
e tratta dal romanzo omonimo del tedesco Bernhard Schlink (la pellicola comunque è girata in lingua inglese). La vicenda è ambientata in Germania, e in parte nella Germania nazista. 

The Reader
Kate Winslet interpreta l'ombrosa, enigmatica, Hanna, schiva e taciturna. Hanna che non sa né leggere e né scrivere e se ne vergogna. Ecco perché a un certo momento deciderà di abbracciare l'orrore. Un giorno nella vita di Hanna entra un giovanotto, un ragazzino, in verità: studente quindicenne. Lei gli salva la vita, per caso. E quando lo rivede, senza troppe cerimonie, va a letto con lui. Esplode tra i due una passione di fuoco, segreta e proibita. Hanna donna matura, smaliziata. Michael (è il nome del giovane, interpretato dall'attore tedesco David Kross) ingenuo e preso da sogni romantici. Iniziato ai segreti del sesso dalla disponibile Hanna, se ne innamora perdutamente quasi subito, malgrado lei tenga stretti per sé i pensieri più profondi; sogni, progetti. Non parla del passato. Non svela il futuro. E infatti, di colpo, sparisce senza lasciar traccia. Michael, dopo la scuola, si reca, al solito, in volata, nell'appartamento (piccolo e decadente) della donna ma di lei non v'è ombra. 

La relazione sentimentale è la parte più riuscita del film. Le scene sono esplicite. Tanto che alla Winslet venne chiesto se fosse imbarazzata a girare le scene di nudo. Lei rispose che certo non aveva un corpo perfetto ma questo la rendeva non una diva inarrivabile ma una persona normale nella quale le spettatrici potevano rispecchiarsi e magari tirare un sospiro di sollievo se avevano qualche chilo di troppo.  

The Reader
"Il lettore" ("reader", appunto, in inglese) evocato nel titolo è il giovane Michael che, prima e dopo i momenti d'intimità, intrattiene la sua "adorata" leggendo passi di celebri libri: pagine tratte da Omero, Čechov, David Herbert Lawrence ("L'amante di Lady Chatterley" che però Hanna non esita a definire "disgustoso"). Lui declama, ad alta voce, interpreta con vigore, da oratore navigato. Lei va in estasi all'ascolto. 

La letteratura si fa metafora dell'eros e ogni fotogramma si carica di sensualità. La trama procede per flashback. Il Michael minorenne si alterna al Michael adulto (che ha il volto dell'ottimo Ralph Fiennes) diventato avvocato di spicco. Michael ripensa al tempo in cui conobbe Hanna. Hanna che a un certo punto si arruola nelle SS. Quando la rincontrerà, all'interno di un carcere, stenterà quasi a riconoscerla. L'incontro segnerà entrambi: lei, mutata nel corpo e nello spirito, ridotta uno straccio, si consegnerà a un destino ineluttabile. Lui dovrà fare pace con se stesso e soprattutto con le ragioni del cuore. 

©micolgraziano 
ISCRIVITI AL BLOG 

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Commenti