COMMEDIA POP: "ATTENTI A QUELLE DUE"


Anne Hathaway in una scena del film "Attenti a quelle due"


Diretto dal britannico Chris Addison, "Attenti a quelle due" (titolo originale "The Hustle") è il remake al femminile di “Due figli di…” (1988) con Michael Caine e Steve Martin, a sua volta remake di un'altra pellicola, “I due seduttori” (1964), con Marlon Brando e David Niven. Remake al femminile, dicevamo: le donne sempre più protagoniste a Hollywood; pensiamo a "Ocean's 8" di Gary Ross, per esempio, (dove nel cast ritroviamo Anne Hathaway) o al reboot di "Ghostbusters" uscito nel 2016 con la regia di Paul Feig o ancora a "Charlie's Angels", scritto e diretto da Elizabeth Banks.

Rebel Wilson e Anne Hathaway in una scena di "Attenti a quelle due"


"Attenti a quelle due" è la storia di, appunto, due truffatrici socie in affari che spillano, senza pietà, quattrini a miliardari sprovveduti. Si chiamano Josephine (Anne Hathaway) e Penny (Rebel Wilson, una solida preparazione teatrale, tra i suoi film, il celebre "Le amiche della sposa" di Paul Feig). La bionda e la mora. Penny, la bionda, è un’australiana piuttosto rozza, che mangia a quattro ganasce, viaggia con zaini giganteschi, sfoggia magliette colorate, e fa sesso nei bagni degli aerei. Josephine, la mora, è più sofisticata, tutta abiti e gioielli, conosce le lingue, abita in una villa da urlo, davvero pazzesca, e accalappia ricconi da spolpare nei casinò. 

"Mi auguro che il pubblico guardando il film si diverta quanto mi sono divertita io", ha detto Anne Hathaway. Rebel Wilson (anche produttrice del film) e Anne Hathaway sono brave, il film è confezionato bene, molto glamour, e parecchio pop, perfetto per una domenica grigia o una serata divano e chips.

©micolgraziano

Commenti