"La battaglia dei sessi" dai registi di "Little Miss Sunshine"

Tratto da una storia vera

Emma Stone e Steve Carell in una scena del film "La battaglia dei sessi"


"La battaglia dei sessi" (titolo originale, "Battle of the Sexes") - diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris, registi dell'acclamato "Little Miss Sunshine" - racconta una storia vera: il celebre match del 1973 tra due assi del tennis: Billie Jean King (Emma Stone) e Bobby Riggs (Steve Carell). La partita, vinta dalla King con il punteggio di 6-4 6-3 6-3, passerà alla storia: l'evento fu seguito in tv da 90 milioni di spettatori e la gara divenne un simbolo, appunto, della parità dei sessi, un uomo e una donna che si sfidavano sul campo, opposti anche nel modo di pensare: lui gradasso e maschilista, lei riservata, timida, paladina dei diritti delle donne. 

Il film tocca temi importanti: il movimento femminista e la libertà sessuale.

Bobby è un uomo immaturo, scommettitore incallito e ha il vizio del gioco, la moglie a un certo punto si stanca e lo caccia di casa, tirandogli i vestiti dal balcone; Billie, in apparenza, ha una vita invidiabile: un matrimonio fantastico, una carriera brillante, ma tutto s'incrina quando s'innamora, ricambiata, di una donna, Marilyn (interpretata dall'attrice britannica Andrea Riseborough): le due s'incontrano quando Marilyn, che fa la parrucchiera, le taglia i capelli - seguirà una serata in discoteca e una relazione complicata. 


La locandina del film "La battaglia dei sessi"

Emma Stone e Steve Carell sono perfetti - davvero un piacere guardarli - e per questo film entrambi hanno ricevuto la nomination ai Golden Globe 2018; i due tornano qui a lavorare insieme dopo la commedia "Crazy, Stupid, Love" di Glenn Ficarra e John Requa. 

Ne "La battaglia dei sessi" almeno due le scene memorabili. La prima: Billie al volante, Marilyn accanto, "Rocketman" di Elton John in sottofondo: il livello di alchimia ( "chemistry" direbbero gli americani), è al top. Guardare per credere. La seconda è quella della telefonata tra Bobby e Billie: Bobby, insonne ed euforico, chiama da una cabina nel cuore della notte, Billie è nella sua stanza, quasi al buio, con la sua amante. "Ho avuto una grande idea - urla Bobby tutto felice - che ne dici di (una partita) maschio contro femmina? Maiale maschilista contro femminista dalle gambe pelose?". 

Curiosità: Elton John, amico di Billie Jean King, scrisse per lei la canzone "Philadelphia Freedom" (1975).  


©micolgraziano

Commenti