"The Break-Up": Separati ma...sotto lo stesso tetto! 💔


Vince Vaughn e Jennifer Aniston in "Ti odio, ti lascio, ti..."

Vivere da separati in casa? Che stress, oh my God! E lo sanno bene, i due ex al centro di "The Break-Up" (2006), commedia sentimentale agrodolce, uscita in Italia col titolo eloquente di "Ti odio, ti lascio, ti...". La romantica Brooke (Jennifer Aniston) e il ruspante Gary (Vince Vaughn) si conoscono a una partita di baseball: lui, un gigante dai modi spicci, con una bella parlantina, l'adocchia in lontananza, lei non è da sola, ma Gary è un osso duro e attacca comunque bottone. Subito dopo li troviamo che convivono in un elegante appartamento borghese. Lei lavora in una galleria d'arte (e no, non siamo in un film di Woody Allen...), lui è una delle guide turistiche più apprezzate di Chicago. Però, per quanto brillante, è un tipo svogliato che se la spassa sul divano con birra e PlayStation. Ecco perché la coppia presto scoppia e la casa finisce in vendita. In attesa dell'acquirente restano ad abitare sotto lo stesso tetto, dividendosi gli spazi ma facendosi dispetti a vicenda. Con Gary che organizza serate di poker con tanto di escort e Brooke che si vede con questo e con quello per farlo ingelosire.

La storia, per niente patinata, mantiene comunque il brio della commedia e possiede un fascino vintage. Aniston e Vaughn sono ben affiatati. Com'è evidente nelle splendide foto che corredano i titoli di testa. Ad ogni modo, i due attori hanno avuto davvero una relazione e ciò rende le loro performance ancora più efficaci. Vaughn figura anche tra gli autori del soggetto e tra i produttori. Il racconto si svolge a Chicago e viene voglia di farci un giro, magari con un cicerone vivace come Gary.

Nel cast ci sono anche Jason Bateman e Jon Favreau, diventato regista di successo: l'ultimo film da lui diretto è stato il "Re Leone" (2019). 

Scene migliori: Brooke che s'infuria perché non ha abbastanza limoni per creare un centrotavola, e un curiosissimo concerto a cappella durante una cena in famiglia. 

©micolgraziano

Commenti