TRE FILM DA VEDERE

STILL ALICE



Film "Still Alice"


Il primo film che vi consiglio è "Still Alice" (2014). Julianne Moore per quest'interpretazione ha vinto l'Oscar, come miglior attrice protagonista, un Golden Globe, e diversi altri premi. La storia - tratta dal libro omonimo di Lisa Genova - è struggente: New York. Alice Howland, professoressa universitaria di successo, tre figli, un marito, una vita agiata, scopre di avere una rara forma di Alzheimer. La regia è di Richard Glatzer e Wash Westmoreland che dirigono con grande sensibilità. Nel cast anche Alec Baldwin e Kristen Stewart."Still Alice" vi resterà nel cuore.


A BEAUTIFUL DAY




Il secondo film s'intitola "A Beautiful Day" (2017). La trama eccola qui: New York. Joe, solitario e taciturno, vive con la madre malata e si prende cura di lei con pazienza. Ex veterano, con un’infanzia tormentata, lavora come sicario, armato di martello, e libera ragazzine da brutti giri di prostituzione. Un giorno viene ingaggiato per salvare la figlia di un pezzo grosso della politica. Joaquin Phoenix è di una bravura sconvolgente, si mette a nudo senza pudore e, per il ruolo del killer Joe, è stato premiato a Cannes. Premiata anche la sceneggiatura di questo thriller pazzesco scritto e diretto da Lynne Ramsay (“...e ora parliamo di Kevin”), regista britannica che racconta storie disturbanti con eleganza e potenza. Impossibile restare indifferenti: disarmante, raffinatissimo. Da brivido. 


PS. Questo personaggio ricorda Joker.

MISTERIOSO OMICIDIO A MANHATTAN



Il terzo della lista è una deliziosa commedia - thriller di Woody Allen, uscita nel 1993. Allen non solo dirige, ma è anche attore protagonista, nel ruolo di Larry Lipton. Il titolo è: "Misterioso omicidio a Manhattan". Ricco - come è - di richiami, citazioni, rimandi, questo film è una dichiarazione d'amore al cinema. I riferimenti sono, per esempio, due classici di Hitchcock: "La donna che visse due volte" e "La finestra sul cortile".  Woody Allen, al solito, grande drammaturgo, sa muoversi come pochi in equilibrio fra tragedia e commedia. La storia è uno spasso e gli attori perfetti. Oltre ad Allen, nel cast ci sono Diane Keaton (una delle sue muse ispiratrici), Alan Alda e Anjelica Huston. Scena clou: Diane Keaton, detective improvvisata, che si intrufola di nascosto a casa del vicino. Un dubbio la tormenta: la signora House è davvero morta d'infarto? Insomma, se ancora non lo avete visto, prendetelo, perché davvero merita. 

PS. "La donna che visse due volte" ha ispirato anche una scena dell'ultimo film di Céline SciammaRitratto della giovane in fiamme 

©micolgraziano



Commenti