"Bonnie e Clyde all'italiana" di Steno - Villaggio e Muti versione punk!

 

Paolo Villaggio e Ornella Muti in "Bonnie e Clyde all'italiana"


Un tipo goffo e imbranato scambiato per un pericoloso gangster corre in sella a un cavallo, galoppando in stile John Wick, l’inafferrabile. Sì, l’idea di partenza di “Bonnie e Clyde all’italiana” è irresistibile: una coppia improbabile, lui maldestro e legnoso, lei svitata sognatrice, insoddisfatti e schiaffeggiati dalla vita, s’incontrano per puro caso in banca e vengono presi per due criminali. Il film è una commedia ultra pop che si diverte a parodiare (ma poi segue un percorso tutto suo) il classico di Arthur Penn “Bonnie and Clyde” con Warren Beatty e Faye Dunaway. Paolo Villaggio interpreta l’impacciato, sfortunato, Leo Gavazzi, una sorta di Fantozzi, sbeffeggiato da tutti; abita in uno squallido seminterrato all’estrema periferia di Roma, una zona spettrale di cemento e palazzoni; la mattina quando si alza, gli entrano dalla finestra (che dà sul marciapiede) cumuli d'immondizia. Sul lavoro le cose vanno pure peggio, è un rappresentante di scherzi di Carnevale per ragazzini (chi è stato bambino in quel periodo alcuni di quei giochi se li ricorda) ma, come si dice in questi casi, non batte un chiodo e i negozianti lo sbattono puntualmente fuori. Ornella Muti è Rosetta detta Giada una ragazza affascinante, sempliciotta, genuina, col mito del cinema hollywoodiano, la stanza con i poster di Paul Newman, Fred Astaire, James Dean eppure non azzecca neanche i nomi dei divi e Gary Cooper lo pronuncia proprio come è scritto. Ebbene, Giada e Gavazzi, coppia fantasiosa (si danno sempre rispettosamente del lei) e bizzarra (è questa la forza della storia), incrociano i loro destini quando una banda di rapinatori li prende come ostaggio. Da quel momento, inizia la loro surreale avventura da fuorilegge su e giù per l'Italia (e anche oltre) con un finale a sorpresa. Tra i momenti più divertenti il travestimento punk per camuffarsi meglio. Un road movie da vedere, ingenuo come solo certi cartoon sanno essere, adatto ai fan del genere comico e a chi dopo una giornata pesante vuole soltanto lasciarsi ogni pensiero alle spalle. Lo trovate su RaiPlay. Se volete vedere altri film di Steno vi consiglio "Amori miei" con Monica Vitti

©micolgraziano


Commenti