"La donna alla finestra" di Joe Wright (2021) - Su Netflix

 

Amy Adams e Julianne Moore nel film "La donna alla finestra"



"LA DONNA ALLA FINESTRA", CITAZIONI E CAST DI STELLE



"You don't think it's paranoid if 
I wanna change the locks. Do you?"


"La donna alla finestra" non è una versione contemporanea de “La finestra sul cortile”, anche se di omaggi a Hitchcock ne contiene svariati. Dietro la macchina da presa troviamo Joe Wright che qui torna a lavorare con Gary Oldman, dopo il successo de “L’ora più buia”. Il cast è di gran lusso: Amy Adams (protagonista) e in piccoli ruoli Julianne Moore, Jennifer Jason Leigh. I presupposti per un glorioso film ci sarebbero eccome (fotografia e messa in scena elettrizzanti) ma “La donna alla finestra” , per qualche motivo, non convince fino in fondo. Eppure Amy Adams (trasformata nell’aspetto) è davvero notevole nella parte di una psicologa che vive chiusa in casa (soffre di agorafobia), sempre in pigiama a bere vino e guardare vecchie pellicole (sono citati “Vertigine”, “Io ti salverò”, “La fuga”). Come il Jeff di James Stewart anche la signora Fox interpretata dalla Adams, se ne sta davanti ai vetri a spiare i vicini del palazzo di fronte. E un giorno assiste a un omicidio. O almeno così crede. Sì, perché nessuno (neppure gli investigatori) accetta la sua versione dei fatti. Anna Fox non viene considerata attendibile perché non sta bene e prende grandi quantità di farmaci. E dunque, gli orrori che la turbano, sono soltanto frutto di visioni della sua mente? Non svelerò di più. La storia è tratta dal romanzo dello scrittore americano A. J. Finn. Nel finale c'è qualche spunto horror, ma una delle scene più autentiche e godibili, a mio avviso, è quella che vede Julianne Moore 
(il suo personaggio si chiama Jane Russell, come la diva de "Gli uomini preferiscono le bionde" ) e Amy Adams sedute a chiacchierare. Il film è disponibile su Netflix. PS. Se cercate altri thriller claustrofobici, vi consiglio "Panic Room". 

©micolgraziano 

Commenti